AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità MappaMappa del sitoProgetto SISC

Tutti gli elementi

Informazioni

“Vaucher” di 50 euro per 160 operatori economici biancavillesi.

“Vaucher” di 50 euro per 160 operatori economici biancavillesi.

 

      Centosessanta tra imprese e giovani intraprendenti potranno beneficiare presto di un vaucher messo a disposizione dell’Amministrazione biancavillese, per la ricerca di finanziamenti europei e per favorire l’iniziativa economica dei privati.
      Il “vaucher” – nient’altro che un bonus di 50 euro – sarà attribuito solo ad imprese ed a soggetti residenti a Biancavilla, che presenteranno un progetto economico. Attraverso questo contributo potrà infatti essere aperta e seguita la pratica di ricerca di finanziamenti e di consulenza sui fondi comunitari. 
      “Con questo incentivo – ha spiegato il sindaco, Pippo Glorioso – miriamo a sollecitare l’iniziativa privata, favorendo le vocazioni imprenditoriali di molti giovani biancavillesi insieme ad un sostegno concreto alle nostre imprese, che vivono tempi duri”.
      L’erogazione della somma, però, va di pari passo con la prossima apertura, presso i locali del municipio, di uno “sportello impresa, innovazione e ricerca”; l’ufficio di consulenza sarà accessibile al pubblico, un giorno a settimana e per un anno intero. Spetterà poi al responsabile dello sportello fornire le informazioni e “guidare” il destinatario del vaucher, sulle reali opportunità di finanziamento, nell’assistenza progettuale, nella ricerca di partner economici pubblici e privati, nonché nella possibilità di effettuare in anticipo l’analisi e gli studi di fattibilità, l’attività di tutoring nei bandi di finanziamento, l’assistenza legale-amministrativa e la valutazione preventiva sulle opportunità d’investimento.
      “Un importane aiuto – sottolinea l’assessore alla Ricerca e all’Innovazione, Salvatore Pastanella – che potrà segnare l’inizio di tante attività produttive, utili soprattutto a rivitalizzare il tessuto socio-economico della città, attraverso l’utilizzo di importanti risorse che giungeranno direttamente dalla Comunità europea”. 
      L’assessore allo Sviluppo economico, Nino Benina, aggiunge: “Lo sportello impresa, innovazione e ricerca sarà un importante strumento di assistenza per i nostri cittadini, un soggetto capace di indirizzare le idee più brillanti nella direzione giusta evitando sprechi di tempo e di risorse”.        

Responsabile Ufficio Stampa – Dino Laudani